Socrate – 05/07/2016 in 21:00

10/06/2016 // Spettacoli 2016

Sokrat 2.slika
Gledališče POTODOM Aleša Valiča, Logatec, Slovenia

SOCRATE

Attore: Aleš Valič

Direzione: Zvone Šedlabauer

Perché la storia di Socrate ci dovrebbe sconvolgere ancora oggi'? La storia di un vecchio socialmente disadattato, morto da più di tre secoli,prima dell’era nostra. Morto in primo luogo a causa della sua testardaggine, ma soprattutto perché cosi vollero gli altri e perché, in fine, lo voleva lui stesso.

Circa ventiquattro secoli fa, ad Atene, Periclo imposto ai liberi professionisti di pagare per partecipare all'Assemblea ateniese e come membri della giuria in tribunale. E l'interesse ha preso il sopravento sulle opinioni delle persone e le loro decisioni. La moralità pubblica e il comportamento etico è stato compromesso. La corruzione, che ovviamente era ben nota a tutti, non era perseguitata.

E'diventata un luogo comune. La politica dell’acquisto di voti, conduceva gli avversari in tribunale, dove venivano condannati a morte. La democrazia stava inoltre sviluppando il suo lato oscuro, perché l'autorità riportava leggi sempre più deboli.

Tra i leader politici e filosofi si è formato un tacito patto di non interferenza. Anche tra il pubblico e la società. In un momento così Socrate prese lasituazione in mano propria. Con la sua guida, sviluppava o distruggeva la democrazia?

Pensava con la propria testa. E come pensava, cosi agiva, fino alla fine, fedele alle proprie convinzioni, che erano in conformità all'etica e – ancor più insolitamente – in conformità con la legge.

La difesa di Socrate si svolge in tribunale, in carcere, nelle sue memorie, nel sogno. A livello del conscio e dell'inconscio. Emerge dal pensiero filosofico disordinato, che nasce dal desiderio e dalla volontà di chiarire a se stesso e spiegare agli altri le ragioni delle sue azioni. Per considerazione completa e definitiva del più alto imperativo dell'anima umana: rispettare l'etica e le leggi ad essere quello che sono (erano).

E oggi?

Perché la sua storia dovrebbe interessarci e sconvolgerci ancora oggi?

I commenti sono chiusi.