Archivio per Top news

Conclusione e rieseme – Maja Gregl

25/07/2017 // news, Top news

zatvaranje1918° Festival Internazionale del teatro da camera Leone d’oro

Dopo l’argomentazione della giuria e la cerimonia di premiazione, si arriva alla conclusione che il premio è stato assegnato a due ambienti completamente diversi, ma uniti nella stessa missione: incoraggiare il mondo a perdonare, ad amare, alla comprensione e alla compassione. Il Gran Prix Leone d’oro è andato a Osijek, ed è un riconoscimento per tutto il Teatro di Osijek, con i suoi eccezionali attori che interpretano una straziante storia di guerra attraverso il romanzo autobiografico di Marijan Gubina. L’autore del testo, come un missionario, viaggia con l’ensemble e diffonde la pace, la tolleranza ed il perdono.

Il tema del festival era la maturità. Questa storia che ha lasciato il pubblico in un profondo silenzio rispettoso, è la prova degli sforzi sinceri del festival e del suo direttore artistico Damir Zlatar Frey, che il diciottesimo anno deve essere l’anno della comprensione degli altri, del diverso, del differente, dell’accettazione e rispetto reciproco.

L’elevato livello di qualità artistiche degli spettacoli di diverso genere, dai drammi psicologici alle commedie, eseguiti sia da gruppi teatrali che in interpretazione monodrammatica, hanno stimolato la ricerca di una scoperta più profonda del mondo in cui viviamo, perché proprio la compassione, la connessione, l’armonia di vita e la fiducia in se stessi, dovrebbero essere costruiti sulla fiducia in quello che vediamo in scena. La libertà come pure una vita migliore, dovrebbero essere parte integrante della vita di ogni individuo, e quest’anno abbiamo visto il pubblico, come quello dei tempi antichi, lasciare il teatro arricchito e purificato delle emozioni provate. La gioia di vivere è sempre dentro di noi, eterna e immutabile. La prova è, che lo spettacolo La notte di Helver, eseguito dal Teatro Prešeren di Kranj, è stato valutato dal pubblico con il punteggio massimo.

Il pubblico ha avuto anche la possibilità di accomodarsi nella sala grande e godere del divertente e spiritoso racconto dell’ indimenticabile addio al nubilato e sentirsi parte integrante con il cast dello spettacolo eseguito dal Teatro popolare istriano di Pola e secondo il successo teatrale di Dave Simpson.

Attendendo il nuovo, 190 Festival,

Maja Gregl
Presidente della giuria

Zapisnik odluke žirija 2017.

01/07/2017 // news, Top news

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Hrvatski.

Membro della giuria – Maja Gregl

13/06/2017 // news, Top news

Maja GreglMaja Gregl (nata nel 1957 a Zagabria), scrittrice e drammaturga.

Formazione: Accademia d’Arte Drammatica (1982) e Facoltà di Filosofia (1983).

Dal 1982 scrive radiodrammi e drammatizzazioni di romanzi.

Il dramma teatrale “Alma Mahler” (Premio Marin Držić, 1996 e Marul, 1999)

I radio-dramma: “Lettere a Yvette”, “Four Roses”, “Il segreto della scogliera”, “Incontro a bordo”, “Klara Schumann”, “Alma Mahler”, “Lou Andreas-Salomé”, “Il sorriso di Lucrezia Borgia”.
Racconti da libri pubblicati: ,,Il guerriero e le principesse ” (Tempi moderni) e “Amore ai piedi di Medvedgrad ” (Jesenski & Turk), sono state trasmesse dal terzo canale della Radio croata, nella trasmissione La prosa croata.

Dal 1990 Maja Gregl lavora presso il Dipartimento del Dramma della Radio-televisione croata come drammaturga e redattrice; ha curato una serie di film diretti da registi pluripremiati in Croazia e all’estero, adattamenti teatrali e trasmissioni, fiction televisive (“Come iniziò la guerra sulla mia isola”, “Riconoscimento”, “Leo e Brigitta”, “Gioco e realtà”, “Pont Neuf”, “Illusione”, “Sogna tesoro mio”, “Metastasi”, “Cannibale vegetariano”, “I nomi di ciliegia”) e telenovele (“L’orgoglio dei Ratkajev”, “Tutto sarà bene”, “La Valle del sole”).

Ha scritto tre scenografie di film animati, prodotti dal Zagreb Film (“Desiderio”, “Sulla galleria” e “Zulejka”) trasmessi e premiati ai festival a livello nazionale e internazionale.
Oltre a progetti televisivi, cura la trasmissione Radio romanzo di autori croati contemporanei in ciclo di cinque puntate settimanali, sul terzo canale della radio croata.

E’ membro di diverse associazioni professionali – HDDU (Associazione croata di artisti drammatici), HDP (Associazione di scritori croati) , HDFR (Associazione di registi di film della Croazia).
In diverse occasioni, è stata membro della giuria per il conferimento di premi professionali del Teatro croato, ed ha partecipato come membro della giuria al Festival internazionale televisivo Prix Italia

Membro della giuria – Katja Restović

13/06/2017 // news, Top news

IMG_8472_Restovic_2017Nel 1988 Katja Restović si è laureata in scultura nella classe dello scultore accademico Joseph Diminić, e in Fotografia di moda nella classe di comunicazione visiva presso la Facoltà di Filosofia di Fiume. Si è laureata presso l’Accademia di film immaginari, film documentario (Rajko Grlić, Karpo Godina e Nenad Puhovski). Premiata per la pittura Creazioni artistiche dei giovani a Pisino e Grisia 1986 a Rovigno. Ha allestito mostre proprie più volte. È autrice protetta delle maschere di carnevale di Fiume “Moretto”, delle divise ufficiali per la campania di turismo Europeo del Ministero per il Turismo della Croazia. È membro dell’Unione di musica della Croazia, Associazione degli scrittori croati nonchè dell’Associazione degli operatori nell’ambito dei film croati (HDFD). Ha lavorato alla Radio Fiume e Radio Svid, come dirigente , giornalista e redattrice delle proprie trasmissioni “FM” / “Kult”. È vincitrice del premio capolavoro “Armadio d’oro” dell’Università tessile- tecnologica di Zagabria (autrice del Festival Fashion News 1990 -1997). Ha pubblicato tre romanzi (“Pan American Highway”, “Placido Curatto”, “Henry Tool’s Fim”) sotto lo pseudonimo di Eva Lucas, e dal 2010 lavora attivamente per il teatro. Ha scritto 6 commedie e addatamenti drammatici (“Siamo tutti uguali (sotto la pelle)”, “Alla veloce” ” La principessa sul pisello “, ” L’abito nuovo del re”, ” Notte dei Teatri “, “Il tuo volto suona pericoloso”). È autrice della foto bienalle “Photodistorsione” e del festival della commedia “Dente d’oro”. Come regista, scenografa e redattrice, firma un gran numero di video clip musicali (HR / BiH / GB / USA / I / A) e si occupa della promozione video per l’Eurosong Contest (ESC) per Doris Dragović (1999), per Jacques Houdek (2017). Ha partecipato al Libertas Film Festival con il documentario, cortometraggio “Maria Bakker”. Ha diretto il cortometraggio “Luna di sangue” (di Zoran Antičević) nonchè brevi documentari musicali: „The Followers Of Christ“ / USA, „Gospel Earla Bynuma feat. Cora Amstrong, „As we are“/ USA, „ 4 LOVE“/ USA. /. Con la propria arte visiva è presente nel Fondo artistico di Grisignana, presentata nel contesto della mostra “WEISSE Austellung”, nella galleria Prima del Centro Berlino, “Mostra bianca” di Eugen Borkovsky e “Sintassi del ritmo”, Chang Mai, Thailandia, “STESSE PIOGGIE, STESSO VENTO”. Gli ultimi 4 anni lavora alla produzione della pellicola di lungometraggio “Porte del riscatto ” di cui è coautrice.

Vive e lavora a Parenzo, Istria, Croazia, Europa.

Membro della giuria – Nataša Bezić

13/06/2017 // news, Top news

natasa-bezicNATAŠA BEZIĆ è nata a Capodistria nel 1966. Ha frequentato le elementari a Buie e la scuola media a Fiume; in quest’ultima città nel 1984 si è iscritta alla Facoltà di Pedagogia – Dipartimento di arti grafiche laureandosi nel 1989 e conseguendo il titolo di professore di cultura artistica. Si occupa di pittura, design, illustrazione e nel contempo insegna nelle scuole elementare e media di Buie, dove vive e lavora. Fa parte della Società degli artisti figurativi dell’Istria, con sede a Pola, dal 2001.

Aveva 27 mostre personali e piu di cento mostre colletive a Fiume, Abazia, Rovigno, Grisignana, Capodistria, Motovun, Pirano, Pola, Trieste, Milano, Livorno, Zagabria, Mostar, Vienna e altre citta. Ha ricevuto trentotto premi e riconoscimenti per la pittura.

Introduzione di Maja Gregl

06/06/2017 // news, Top news

Maja Gregl

Maja Gregl

Nella tradizione del Festival, anno dopo anno, vari titoli teatrali si susseguono con successo e lasciano il segno nell’arte del territorio della nostra regione. L’arte è sempre motivo d’incontri di persone, si sviluppa la tolleranza e si sottolinea tutto ciò che nel piano sociale d’oggi viene percepito come peso. Il peso della vita, dell’esistenza, l’individuo nella società e la società nel suo insieme, nello spazio e nel tempo in cui ci stiamo muovendo.

L’arte, mediante il teatro, influisce sul miglioramento della società e il Festival “Leone d’oro” appare come una costante sociale correttiva. Ogni anno, questo festival viene arricchito con nuovi spettacoli, nuove sfumature, nuovi significati negli aggiornamenti di vita. Il teatro è come un palcoscenico della vita in cui ci troviamo tutti.

I titoli di quest’anno aprono vecchie ferite attraverso nuovi temi di attualità che si presentano come un’eruzione di energia che viene lanciata dalle profondità più cupe, trasferendo molte storie diverse in un unico spazio.

“Il pervertito (casuale)”, monodramma sulla base del testo dell’autore americano Andrew Goffman, è una divertente storia di vita sulla maturazione sessuale e solleva la questione della dipendenza dal vizio. C’è una cura per questo? Il Teatro “Joža Ivakić” di Vinkovci ha riunito lo scrittore e traduttore Borivoj Radaković, l’attore Goran Grgić che firma la sua prima regia e l’attore Vladimir Andrić, che in questo monodramma riconosce la sfida di recitazione.

“260 giorni” viene presentato dal Teatro popolare di Osijek, spettacolo realizzato con successo sulla scena notturna. Storia di guerra scolvongente, secondo il romanzo autobiografico di Marijan Gubina, dove il brillante attore Aljosa Cepl impersona l’autore stesso, il quale rispecchia in pieno l’orrore vissuto dinanzi al quale restiamo in silenzio e umili. I temi catarsici sono necessari più che mai nel tempo in cui viviamo oggi, in modo che il male non si ripeta.

Il teatro Prešeren di Kranj ci presenta l’ideologia del male con il dramma di Ingmar Villqist “La notte di Helverj “, della regia di Alen Jelen, ponendo la sua azione drammatica nell’ intimità e rassegnazione di una coppia in un momento di crescente nazismo in Germania.

Il Teatro popolare Istriano di Pola con l’ “Addio al nubilato” ci porta sulla scia di queste ansie, ma in un contesto del tutto contemporaneo ci dà un’idea della complessità del rapporto e il confronto con le proprie paure e passioni represse. Secondo l’idea di Paul Farrah (“Addio al nubilato”), Violeta Tomić, regista, scenografa, costumista che ha scelto anche la musica, ha aperto il tema che sarà un modo divertente e umoristico di dire la verità circa l’indimenticabile addio al nubilato, prima delle nozze, in una discoteca con spogliarello maschile, così come quella dell’addio al celibato.

Il Teatro popolare sloveno di Nuova Gorizia, presenterà il dramma basato sul film classico “Lacrime amare di Petra Von Kant” di Rainer Werner Fassbinder, che in tutte le sue opere espone inesorabilmente l’ipocrisia del piccolo borghese tedesco. L’attualità dell’opera è uno schiaffo in faccia riconoscibile per i fenomeni di omofobia sociale d’oggigiorno.

Il Teatro civico sloveno di Celje, presenta il dramma “Rose Bernd” di Gerhart Hauptmann, rappresentante del naturalismo tedesco e anche uno dei classici sul piedistallo della cultura tedesca e dell’arte, da cui impariamo a conoscere i veri valori della vita attraverso la sofferenza, quando seguiamo i nostri desideri che non si adattano alle aspettative dell’ambiente.

Con la loro parola, i classici come i contemporanei, ci parlano dell’individuo e della sua esposizione alla crudele società d’oggi, della lotta per la sopravvivenza, della resistenza all’odio e della ricerca di una strada che conduca ad una vita degna dell’uomo.

La tabella di voto 2017

05/06/2017 // news, Top news

18° giubileo del Festival Internazionale del Teatro da camera

“Leone d’oro” Umago 2017

Prestazioni in concorso per il premio del festival (scena dei teatri della città): LA TABELLA DI VOTO:

GIORNO

ORE

TEATRO

SPETTACOLI

PUBBLICO VOTO

Venerdì
23.06.
21:00
Umago
TEATRO POPOLARE CROATO DI OSIJEK, OSIJEK, HR
260 GIORNI
4,916
Sabato
24.06.
21:00
Umago
TEATRO POPOLARE SLOVENO DI CELJE, SVN
ROSE BERND
4,409
Domenica
25.06.
21:00
Umago
MIA BEGOVIC, ZAGRABIA, HR
TUTTO CIO CHE NON HO DETTO
3,967
Lunedi
26.06.
21:00
Umago
TEATRO PREŠERN DI KRANJ, KRANJ, SVN
LA NOTTE DI HELVER
5,0
Martedi
27.06.
21:00
Umago
TEATRO ISTRIANO POPOLARE, TEATRO CIVICO DI POLA, POLA, HR
ADDIO AL NUBILATO
4,75
Mercoledì
28.06.
21:00
Umago
TEATRO POPOLARE SLOVENO, NUOVA GORIZIA, SVN
LACRIME AMARE DI PETRA VON KANT
4,88
Giovedi
29.06.
21:00
Umago
TEATRO CIVICO “JOŽA IVAKIĆ”, VINKOVCI, HR
PERVERTITO “(CASUALE)”
4,361